Quelle ragazzine attirate nella rete….

 

C’è un film che ho visto in questi giorni a Locarno, che non mi lascia.

Sono andata a vederlo attirata dal tema, dalle voci del Festival che parlavano di un film sulle “donne dell’Isis”, argomento caldo e che mi interessa. Ma El ciel attendra si è rivelato anche qualcosa d’altro.

le ciel 2

 

E’ la storia di un paio di ragazzine parigine, attirate da Daesh attraverso il web, fino a spingerle a lasciare la famiglia ed avventurarsi verso il confine siriano. Storie che i giornali a ben vedere ci hanno raccontato in questi ultimi anni, ma che come sempre il cinema ci permette di comprendere ad un livello più alto. Perchè a quei nomi dà un volto, perchè ci permette di spiare nelle camere di adolescenti che si trasformano sotto gli occhi dei genitori inconsapevoli. E dal film di Marie Castille Mention Schaar si esce scioccati, con la consapevolezza che solo la fortuna forse ci ha salvato dall’essere coinvolti in storie cosi.

Le ciel attendra è basato sul lavoro di  Dounia Bouzar, una donna della quale ignoravo l’esistenza e che ho scoperto fare un lavoro incredibile. Nel film appare nel ruolo di se stessa, mentre parla con genitori sconvolti dei rischi per i loro figli, di come saper riconoscere i segnali che qualcosa non va, che l’Isis sta entrando nelle loro case senza che se ne accorgano..Lei è musulmana, e si troverà a “rieducare” quei ragazzini arrabbiati che la trattano da “infedele”, mentre spiega ai loro genitori che quei cambiamenti di umore e di comportamento dei figli potrebbero non essere solo da attribuire a quell’età infame (e parlo per memoria personale) che è l’adolescenza. Una fase in cui si è più esposti, in cui ci sembra di portare il peso del mondo sulle proprie spalle, e basta un dolore che ci sembra più inconcepibile di altri (nel film alla giovane Melanie muore l’amata nonna) perchè qualcuno bene organizzatoci possa convincerci di qualunque cosa. Anche di poter salvare la nostra famiglia  intraprendendo una via di sacrificio e di purezza. O magari perchè una voce lontana e sicura, un “principe azzurro” cosi diverso dai nostri compagni di classe, comincia a raccontarci che qualcosa di alternativo al nostro Occidente c’è. E ci si vive meglio, perchè si è nel giusto.

le ciel

Vi sembra incomprensibile? Io per tutto il film ho provato a guardare a questa storia senza preconcetti, senza risposte in tasca. Quelle risposte che ho cercato di darmi, leggendo negli ultimi due anni di bombe e kalashnikov per le strade amate di Parigi, Londra, Nizza, Bruxelles…Chi ha agito non è “l’altro”. Sono uomini e donne nate e cresciuti qui. Quanto dovevano odiare noi e il nostro modo di vivere? Quanto dovevano odiare le loro famiglie? Ecco, un film mi ha fatto ripensare a tutto questo, forse c’erano segnali che non abbiamo saputo cogliere, prima che si arrivasse al sangue…E Daesh si insinua con abilità innegabile lì dove siamo meno attenti, tra le persone più vulnerabili, che  si sentono sole anche senza esserlo.

Le ciel attendra esce il 5 ottobre in Francia, e secondo me ne sentiremo parlare ancora.

Io intanto continuo a pensarci.

 

 

 

4 pensieri su “Quelle ragazzine attirate nella rete….

  1. Miriam…lo abbiamo preso per panorama e’ un film fortissimo ce ne sono almeno altri 3
    TIM: la tua mail in mobilità con il BlackBerry®

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...